Da vedere a Naxos

Da Portara a Dioniso

Musei, castelli e siti archeologici

Oltre alle spiagge meravigliose, Naxos ha molto di più da offrire. L'architettura è influenzata dalla dominazione veneziana e molti degli edifici sono costruiti con pietre e marmo locale. Fortunatamente molti degli edifici, delle torri e delle chiese si sono preservati fino ad oggi e danno a quest'isola un fascino e un carattere unici. Merita veramente fare un tour attorno all'isola. Ci sono così tante cose da scoprire ed esplorare. Poco sotto in questa pagina potete trovare informazioni su delle escursioni organizzate "cultura e natura".
Portara

Portara

Portara

Portara è il più famoso monumento di Naxos. Arrivando dal mare, si può vedere già da molto lontano questo massiccio portale di 2500 anni che non conduce da nessuna parte. Ritenuto parte di un tempio dedicato ad Apollo, questo punto di riferimento di Naxos si erge a Palatia, un isolotto separato dall'isola e collegato a Naxos città da una strada rialzata.
Kastro

Kastro

Kastro

Il Kastro (castello) fu costruito nel XIII secolo da Marco Sanudo durante la dominazione veneziana (1204-1537). Gran parte della struttura originaria è ancora intatta così come la Trani Porta, le porte Paraporti e la torre Krispi. Un giro dentro il castello è caldamente consigliato. All'interno dell'area ci sono stretti vicoli, dimore veneziane, la casa di Marco Sanudo e la chiesa cattolica del XVI secolo assieme a negozi, ristoranti.

Museo archeologico

Ospitato nel vecchio castello di Naxos città, l'eccellente Museo Archeologico di Naxos espone oggetti regionali prodotti in un arco di tempo che va dal tardo periodo Neolitico all'inizio dell'era Cristiana. E' famoso soprattutto per la sua collezione di antiche statuette Cicladiche ( dal 3200 al 2300 a.C.). L'edificio del museo risale al periodo veneziano e ospita fin dal 1973 oggetti provenienti da scavi effettuati dalla II Guerra Mondiale ( da siti archeologici come Grotta, Aplomata, Pithos nella Chora, Sangri, Iria, Tsikalario, Panormos e Korphi t'Aroniou). Dalle terrazze e i balconi del museo la vista spazia sulle colline di Naxos.
Metropoli

Metropoli

Metropoli

Una delle molte chiese dell'isola, la cattedrale cristiano ortodossa, detta Metropolis, è costruita sul sito dell'antico mercato di Naxos città (Chora). Pochi metri più in là, si può visitare il Museo situato al piano sotterraneo che espone rovine di una città micenea con case, laboratori e mura assieme a tombe di famiglia del periodo Geometrico.
parallax background

Preparatevi per Naxos

Museo del Folklore

Museo del Folklore

Museo del Folklore

Il Museo del Folklore situato nel Kastro ( Naxos città) espone costumi, ceramiche, attrezzi agricoli e altri reperti dei villaggi sparsi sull'isola di Naxos che testimoniano la vita quotidiana fino al XX secolo.
Kouros di Flerio

Kouros di Flerio

Kouros di Flerio

Il Kouros di Flerio a Melanes è una statua di bianco marmo di Naxos alta 6,4 metri e risalente alla prima metà del VI secolo a.C.
Kouros di Apollonas

Kouros di Apollonas

Kouros di Apollonas

Questo Kouros, che misura 10,7 metri e pesa circa 80 tonnellate, è realizzato in marmo grigio di Naxos e risale al VII secolo a.C..Si trova in un'antica cava proprio sopra la cittadina balneare di Apollonas.
Apiranthos

Apiranthos

Apiranthos

Il pittoresco villaggio montano di Apiranthos offre 5 musei: uno archeologico, uno geologico, un museo del folklore, uno di storia naturale e uno di arte. Nel museo archeologico si possono vedere dei reperti preistorici provenienti da scavi di varie parti dell'isola. Consigliata la visita di questo villaggio tradizionale.
Torre Grazzia Barozzi

Torre Grazzia Barozzi

Torre Grazzia Barozzi

La torre Grazia Barozzi è un monumento veneziano del 1700 situato nel villaggio di Chalki. Chalki era la capitale di Naxos e il più fiorente centro di commercio. A Chalki si trova anche la chiesa bizantina Panagia Protothroni, una delle più vecchie chiese dell'isola, costruita nella prima metà del IX secolo.
Chiesa Panagia Drossiani

Chiesa Panagia Drossiani

Chiesa Panagia Drossiani

La chiesa Panagia Drossani fu costruita nei primi anni del periodo cristiano e ha una cattedrale. Sul lato nord della chiesa ci sono tre cappelle. I muri interni sono decorati con affreschi di diversi periodi e iscrizioni sacre del VI e VII secolo. Si crede che la chiesa fosse stata originariamente un monastero cattolico.
Chiesa Panagia Ipsiloter

Chiesa Panagia Ipsiloter

Chiesa Panagia Ipsiloter

Panagia Ipsilotera è una torre monasteriale. Costruita nel 1660, si trova nei pressi del villaggio di Galini ed è oggigiorno la più resistente fortezza di Naxos.
Torre di Plaka

Torre di Plaka

Torre di Plaka

La torre di Plaka (Paleopyrgos) è un'antica torre situata tra il villaggio di Tripodes e la spiaggia di Plaka. Oggi rimangono solo le fondamenta e parte del muro settentrionale.
Torre Chimarrou

Torre Chimarrou

Torre Chimarrou

La torre Chimarros è uno dei più significativi monumenti di Naxos. E' situata fra il monte Za e la spiaggia di Kalandos. Le mura esterne, di blocchi di marmo spessi 1,1 metri, sono piuttosto ben conservate- su alcune pietre si possono vedere i segni lasciati dai muratori.
Castello di Apano

Castello di Apano

Castello di Apano

Il castello di Apano è situato a ovest di Tragea su di una collina e si può raggiungere dai villaggi di Potamia e di Tsakalario. Nel castello si trovano monumenti antichi, bizantini e veneziani.
Santuario di Dioniso

Santuario di Dioniso

Santuario di Dioniso

Iria, un luogo vicino a Livadi, era già dal XIV secolo un luogo sacro degli Egei. Nell'antichità vi veniva adorato Dioniso e più tardi i cristiani costruirono la chiesa di Agios Georgis (San Giorgio) sul medesimo sito.

Camminando in giro per Naxos

Se volete sperimentare la natura e la storia di Naxos, dovreste unirvi ai tour di trekking e hiking disponibili. O provare da soli. I sentieri ufficiali segnati attraversano uliveti e vigneti, fiumi e cascate. Qui potete trovare maggiori informazioni (in inglese) e le mappe delle varie escursioni.